[MARCHE] Grottammare-Belsito (AP)

Regione: Marche
Provincia: Ascoli Piceno
Tipo: MTB
KM: 24
Tempo Percorrenza: 2/2.30h
GPS : Si
-----------
Domenica 26 maggio, come sempre, il gruppo dei soliti ignoti (si fa per dire) si ritrovano alle 7.30 in via Cavallotti a San Benedetto del Tronto per intraprendere una nuova avventura nelle nostre colline, ma con una novità, il ritorno tra di noi del grande Gianfranco, il quale era rimasto fermo per alcuni mesi a causa di una frattura al braccio. Al suo arrivo le sorprese erano 2, infatti si è presentato a cavallo della sua nuova Marin 29.
Io e gli altri gli comunichiamo che per iniziare avremmo fatto un giro soft, a questa affermazione, (non capendo al momento il motivo) Gianfranco si mette a ridere,; - noi gli domandiamo il perché, ma lui bissa la domanda e dice di andare. Decidiamo di dirigerci lungo il fiume tesino, costeggiando la strada Piane di Tesino nel comune di Grottammare, per non affaticare troppo il nostro amico. Dopo alcuni km ci rendiamo conto che il nostro Gianfranco non è particolarmente affaticato anzi,– va bè andiamo avanti; all’altezza della “strappa mutande” (salita che passa dall’ Agriturismo Belsito) Sisto propone di salire verso Villa Merli,ci giriamo a guardare Gianfranco per chiedergli se voleva proseguire , ma già era a mezza salita. Ci accodiamo tutti, e per farla breve lui è arrivato tra i primi, insieme a Luciano, Fabrizio,Stefano e Sat.pAoLo. In fondo siamo rimasti io e Sisto , Massimo e Ciali (a dire il vero è stata colpa anche di una bellissima pianta di ciliege). Giunti in cima, sempre per non affaticare il nostro amico decidiamo di scendere la discesa a sinistra andando verso Villa Merli che noi chiamiamo “della sbarra”. Qui Gianfranco mi propone di provare la sua 29 ed io logicamente accetto (sarebbe il caso di aprire un discorso a parte e il che sarebbe troppo lungo ,quello che posso dire che è veramente un bel giocattolo divertente e di prestazioni impensabili) tornando al percorso, fatta la discesa, sempre bellissima e impegnativa risaliamo verso Villa Merli, da qui continuiamo e prendiamo il sentiero della “volpe”; arrivati in fondo ci fermiamo sul campo e discutiamo sul cosa fare dopo; interroghiamo Gianfranco, il quale candidamente dice che per lui va bene tutto (sembrava appena uscito da un istituto di bellezza, fresco come una rosa). La scelta era tra i “40 ruggenti e i 7 barrati , tira e mola decidiamo di fare il 7 barrato.

Ci lanciamo giù per il campo per poi infilarci nel single tack per arrivare alla temuto panettone. Qui i più savi decidono di aggirarlo mentre i soliti incoscenti ,io, Sisto, satpaolo e ciali ci buttiamo giù. Discesa per metà fatta con bici di traverso, la restante con ruote bloccate. Nello scendere Ciali, sembrava che stava scendendo un branco di bufali per la polvere che alzava. Ci ricongiungiamo sotto con gli altri e continuiamo la discesa fino all’albula, discesa sempre bellissima e velocissima. Arrivati all’asfalto ci avviamo verso casa. Mentre andavamo torno a domandare a Gianfranco perché alla partenza si era messo a ridere quando avevamo detto che avremmo fatto un giro soft, lui guardandomi mi ha detto: ma secondo te, io potevo pensare,conoscendovi ,che sareste riusciti a trattenervi e fare un giretto? : effettivamente ripensando al giro fatto era stato tutto meno che un giretto. comunque la soddisfazione più grande è stata ritrovarci nuovamente tutti insieme e ora aspettiamo il rientro del grande Maurizio.

SALUTI AL PROSSIMO GIRETTO

Dati del giro: Km percorsi 24, tempo 2,30h, velocita max52Km/h , velocità media 9Km/h. ciliege mangiate circa 1 kg.

Dettagli Tecnici a cura di Sat.paolo: Dalla rotonda autostradale di Grottammare, il percorso presuppone un primo tratto fondamentale di riscaldamento, lungo tutto il tratto che costeggia il fiume tesino nella parte destra, per arrivare al bivio che porta alla salita dell’ Agriturismo Belsito. Vorrei precisare che essendo una salita molto lunga, con tratti di pendenza anche ripidi, è necessario un minimo allenamento di base, per non dover incappare in crampi. Arrivati in cima, nei pressi del ripetitore di San Savino, si percorre un tratto di strada a sinistra per imboccare poi uno sterrato in frazione Villa Merli. Saliti dal latifondo agricolo, si punta diritti verso il mare, salendo sulla destra per la salita della “Volpe” che termina in un simpatico single track che porta al fantomatico “panettone” Una collina ripidissima con terreno sabbioso..che incute coraggio nel volerlo discendere. Tecnica ed imprudenza, permettono di arrivare in fondo senza un capitombolo. Seguendo la strada contadina, si giunge all’ attraversamento di un piccolo ruscello, che confluirà poi nella strada comunale di San Benedetto del Tronto, che scende da Acquaviva Picena Conclusioni: Si tratta sicuramente di un itinerario, pedalabile e divertente, che mette a dura prova sia i mezzi che la preparazione fisica. Non occorre un grande allenamento se si effettuano delle soste continue e prolungate.

Periodo Consigliato: In estate è assolutamente da fare nelle prime ore del mattino, per via della lunga salita In inverno è sempre consigliabile

Foto al seguente Link: http://www.iper-bike.eu/2009/05/27/itinerario-in-mountain-bikeda-belsito-al-panettone-passando-per-villa-merli/

P.S.: Chiamasi panettone quel salto altissimo formato da una grande collina, che permette di effettuare un salto di notevole elevazione..Naturalmente, in MTB si sfrutta quella parte ripida, all' opposto della salita

Traccia Gps : [MARCHE] Grottammare (AP) Belsito

 

{mos_fb_discuss:7}

Visit the new site http://lbetting.co.uk/ for a ladbrokes review.